Storie di…
territori e persone.

Chiacchiere salate

Le chiacchiere salate sono un prodotto della panificazione di tradizione emiliano-romagnola. Piccoli pezzi di pasta di pane, lievitata fino a 20 ore, che vengono fritti in olio. Un prodotto artigianale, leggero e friabile.

Le prime tracce delle Chiacchiere risalgono ai tempi dell’antico Impero Romano, allora si chiamavano Frictilia. Le chiacchiere moderne derivano dall’antica ricetta del Novecento, dei fornai di Modena, Bologna e Ferrara che le inventarono, prendendo spunto dalla vecchia ricetta delle Frictilia.

Perché Chiacchiere? Si pensa che questo nome derivi dal contesto nel quale le Chiacchiere venivano consumate.Nel dopo guerra gli uomini si radunavano al bar del paese, unico punto di ritrovo, a bere un bicchiere di vino locale (chiamato bianchetto) e a chiacchierare, accompagnando la bevuta e le discussioni con questo prodotto da forno.

Birikkine

Dalla Romagna, dal connubio fra la tradizione familiare del Forno Fabbri e la loro fantasia, nasce un prodotto originale e gustoso: la schiacciatina di Romagna!

Simpatiche e allegre nella forma, stuzzicanti e digeribili, le Birikkine rendono maggiormente appetitosa e gustosa la crema di cioccolata e nocciole.

Le Birikkine sono ottime anche per accompagnare il salato e si sposano alla perfezione con la dolcezza del prosciutto di Parma, in un abbinamento irresistibile.

Crema nocciole Nonna Lella

Nonna Lella è l’eccellenza della crema nocciole e cacao. Un prodotto innovativo ma in linea con la tradizione artigianale in cui sono stati sostituito i cosiddetti grassi esotici generalmente utilizzati per le creme nocciole e cacao (olio di palma, cocco, colza, palmisto), contenenti un’alta quantità di acidi grassi saturi, con l’olio di oliva e l’olio di semi di girasole. Nonna Lella è inoltre caratterizzata dalla totale assenza di latte in polvere e derivati, è dolcificata con zucchero di canna e non contiene aromi artificiali né ingredienti di origine animale. Il risultato è una superba “Crema di Nocciole e Cacao”. Con il 22% di nocciole, la qualità della materie prime di sola origine vegetale, garantite e certificate, la crema è anche l’eccellenza nel gusto. Una crema che va bene per i golosi, per gli amanti del benessere, per gli intolleranti al lattosio, i celiaci, i vegani.

Non resta che assaggiare.

Chutney di zucca “Bertina” e composta

Da una azienda biologica piacentina arrivano la  CHUTNEY DI ZUCCA “BERTINA” e la COMPOSTA DI COTOGNE E CANNELLA.

Una azienda multifunzionale, dove si coltivano più di 70 specie diverse di ortaggi, cereali alternativi, con un frutteto che ospita una ventina di varietà antiche di pomacee e drupacee, e con un laboratorio che è diventato una fucina di idee sempre nuove e di ricerca di prodotti al passo dei tempi. Ora anche fattoria sociale.

Tra le varietà coltivate non poteva mancare la zucca “Bertina”, tipica del piacentino. E’ una varietà di zucca adatta al clima e terreni della zona. In dialetto piacentino viene detta Bertina e quando risulta di ottima qualità si dice che assomiglia alla castagna (balitto), per la sua consistenza e dolcezza. Ha un elevato tenore zuccherino e risulta molto gustosa.

 

 

Strolghino

Lo strolghino è un salume magro, dal gusto delicato, della tradizione culinaria tipica del ducato di Parma e Piacenza. Oltre alla carne di maiale, la preparazione dello Strolghino richiede l’uso di ridotte quantità di sale, spezie, aromi naturali e vino. A differenza di altri prodotti insaccati, lo Strolghino è da consumare giovane, dopo pochi giorni di stagionatura

Il nome strolghino deriva da strolga, cioè indovina in dialetto. Prende questo nome dal fatto che veniva utilizzato per prevedere l’andamento della stagionatura dei salami di pezzatura maggiore. Un’altra versione molto diffusa dà ragione di questa denominazione nella difficoltà di una corretta preparazione e stagionatura del prodotto, per le quali ci vuole appunto un indovino.

Prosciutto

Il nostro non è un prosciutto qualsiasi. E’ il prosciutto di montagna, prodotto a 800 metri di altezza, dove l’aria di montagna contribuisce a farne un prodotto dalle caratteristiche uniche. Il nostro prosciutto proviene da una tradizione di famiglia parmense che continua a svolgere in maniera rigorosamente artigianale il proprio lavoro.

La cura dei dettagli in ogni singolo aspetto delle varie fasi di produzione è la filosofia alla base della produzione, a partire dall’accurata scelta della materia prima. Il procedimento produttivo è interamente manuale. Tutte le lavorazioni (salatura, toelettatura, sugnatura…) vengono effettuate con tradizionali gesti, lasciando poi che siano il tempo, l’aria e la natura a trasformare le cosce suine fresche in eccellenti salumi. È la sinergia di questi tre elementi a fare la differenza: per ottenere un prodotto finito di qualità superiore non bisogna avere fretta, ma occorre lasciare che sia il tempo a fare il suo corso.

 

Legù

I legù sono gli snack della nuova generazione, con gli ingredienti della tradizione e dieta italiana: i legumi. 100% mix di legumi italiani. Sono croccanti triangoli di legumi senza glutine, non fritti, specificatamente formulati per celiaci, fonte di proteine e fibre. Rigorosamente filiera italiana e creatività italiana.
Uno prodotto innovativo che nasce dalla intuizione e dalla preparazione di Monica , laureata in scienze e tecnologie della ristorazione, che ha deciso di rivisitare il cibo, rendendolo più buono e più salutare. Un modo rivoluzionario di assimilare tutti i benefici dei legumi con più gusto e nella massima semplicità.

Due versioni : il legù classico e lo speziato delicato con Zenzero e Curry

Storie di… territori e persone.

Chiacchiere salate

Le chiacchiere salate sono un prodotto della panificazione di tradizione emiliano-romagnola. Piccoli pezzi di pasta di pane, lievitata fino a 20 ore, che vengono fritti in olio. Un prodotto artigianale, leggero e friabile.

Le prime tracce delle Chiacchiere risalgono ai tempi dell’antico Impero Romano, allora si chiamavano Frictilia. Le chiacchiere moderne derivano dall’antica ricetta del Novecento, dei fornai di Modena, Bologna e Ferrara che le inventarono, prendendo spunto dalla vecchia ricetta delle Frictilia.

Perché Chiacchiere? Si pensa che questo nome derivi dal contesto nel quale le Chiacchiere venivano consumate.Nel dopo guerra gli uomini si radunavano al bar del paese, unico punto di ritrovo, a bere un bicchiere di vino locale (chiamato bianchetto) e a chiacchierare, accompagnando la bevuta e le discussioni con questo prodotto da forno.

Strolghino

Lo strolghino di culatello è un salume magro, dal gusto delicato, della tradizione culinaria tipica della Bassa Parmense, quella porzione della provincia di Parma che scende dolcemente verso il fiume Po. È ottenuto dalle rifilature magre del culatello e del fiocco di prosciutto, a loro volta ricavati da suini pesanti italiani. Oltre alla carne di maiale, la preparazione dello Strolghino richiede l’uso di ridotte quantità di sale, spezie, aromi naturali e vino. A differenza di altri prodotti insaccati, lo Strolghino è da consumare giovane, dopo pochi giorni di stagionatura

Il nome strolghino deriva da strolga, cioè indovina in dialetto. Prende questo nome dal fatto che veniva utilizzato per prevedere l’andamento della stagionatura dei salami di pezzatura maggiore. Un’altra versione molto diffusa dà ragione di questa denominazione nella difficoltà di una corretta preparazione e stagionatura del prodotto, per le quali ci vuole appunto un indovino.

Birikkine

Dalla Romagna, dal connubio fra la tradizione familiare del Forno Fabbri e la loro fantasia, nasce un prodotto originale e gustoso: la schiacciatina di Romagna!

Simpatiche e allegre nella forma, stuzzicanti e digeribili, le Birikkine rendono maggiormente appetitosa e gustosa la crema di cioccolata e nocciole.

Le Birikkine sono ottime anche per accompagnare il salato e si sposano alla perfezione con la dolcezza del prosciutto di Parma, in un abbinamento irresistibile.

Prosciutto

Il nostro non è un prosciutto qualsiasi. E’ il prosciutto di montagna, prodotto a 800 metri di altezza, dove l’aria di montagna contribuisce a farne un prodotto dalle caratteristiche uniche. Il nostro prosciutto proviene da una tradizione di famiglia parmense che continua a svolgere in maniera rigorosamente artigianale il proprio lavoro. La cura dei dettagli in ogni singolo aspetto delle varie fasi di produzione è la filosofia alla base della produzione, a partire dall’accurata scelta della materia prima.

Il procedimento produttivo è interamente manuale. Tutte le lavorazioni (salatura, toelettatura, sugnatura…) vengono effettuate con tradizionali gesti, lasciando poi che siano il tempo, l’aria e la natura a trasformare le cosce suine fresche in eccellenti salumi. È la sinergia di questi tre elementi a fare la differenza: per ottenere un prodotto finito di qualità superiore non bisogna avere fretta, ma occorre lasciare che sia il tempo a fare il suo corso.
 

Crema nocciole Nonna Lella

Nonna Lella è l’eccellenza della crema nocciole e cacao. Un prodotto innovativo ma in linea con la tradizione artigianale in cui sono stati sostituito i cosiddetti grassi esotici generalmente utilizzati per le creme nocciole e cacao (olio di palma, cocco, colza, palmisto), contenenti un’alta quantità di acidi grassi saturi, con l’olio di oliva e l’olio di semi di girasole. Nonna Lella è inoltre caratterizzata dalla totale assenza di latte in polvere e derivati, è dolcificata con zucchero di canna e non contiene aromi artificiali né ingredienti di origine animale. Il risultato è una superba “Crema di Nocciole e Cacao”.  Con il 22% di nocciole, la qualità della materie prime di sola origine vegetale, garantite e certificate, la crema è anche l’eccellenza nel gusto. Una crema che va bene per i golosi, per gli amanti del benessere, per gli intolleranti al lattosio, i celiaci, i vegani.

 Non resta che assaggiare.

 

Legù

I legù sono gli snack della nuova generazione, con gli ingredienti della tradizione e dieta italiana: i legumi. 100% mix di legumi italiani. Sono croccanti triangoli di legumi senza glutine, non fritti, specificatamente formulati per celiaci, fonte di proteine e fibre. Rigorosamente filiera italiana e creatività italiana.
Uno prodotto innovativo che nasce dalla intuizione e dalla preparazione di Monica , laureata in scienze e tecnologie della ristorazione, che ha deciso di rivisitare il cibo, rendendolo più buono e più salutare. Un modo rivoluzionario di assimilare tutti i benefici dei legumi con più gusto e nella massima semplicità.

Due versioni : il legù classico e lo speziato delicato con Zenzero e Curry

Chutney di zucca “Bertina” e composta

Da una azienda biologica piacentina arrivano la  CHUTNEY DI ZUCCA “BERTINA” e la COMPOSTA DI COTOGNE E CANNELLA.

Una azienda multifunzionale, dove si coltivano più di 70 specie diverse di ortaggi, cereali alternativi, con un frutteto che ospita una ventina di varietà antiche di pomacee e drupacee, e con un laboratorio che è diventato una fucina di idee sempre nuove e di ricerca di prodotti al passo dei tempi. Ora anche fattoria sociale.

Tra le varietà coltivate non poteva mancare la zucca “Bertina”, tipica del piacentino. E’ una varietà di zucca adatta al clima e terreni della zona. In dialetto piacentino viene detta Bertina e quando risulta di ottima qualità si dice che assomiglia alla castagna (balitto), per la sua consistenza e dolcezza. Ha un elevato tenore zuccherino e risulta molto gustosa.